Route 49: Da Muszyna lungo il confine dei Beschidi

Muszyna, Leluchów (10 km) Dubne (14 km) Wojkowa (19 km) Powroźnik (24 km) Jastrzębik (29 km) Złockie (33 km) Muszyna (35 km)

30,4 km, 3h, il percorso - facile

Profilo altimetrico del percorso:

49

DESCRIZIONE:

La maggior parte del percorso si snoda lungo la pista ciclabile dei Carpazi (rossa), prima lungo la valle di Poprad, poi attraverso affascinanti cittadine fuori dai sentieri battuti con bellissime chiese ortodosse di Lemko. Il tour inizia a Muszyna, moderna località termale (1) e città ricca di tradizioni con numerosi monumenti da vedere (2) (3) (4). Dal Rynek ci dirigiamo verso sud lungo via Piłsudskiego, oltrepassiamo il passaggio a livello e percorriamo oltre 8 km lungo la valle di Poprad dietro la pista ciclabile rossa verso Leluchów. Al bivio davanti all'ex valico di frontiera, lasciamo la valle del Poprad e giriamo a sinistra. Davanti a noi ci sono alcuni chilometri di pedalata attraverso le valli di montagna e i villaggi dove possiamo ammirare i cimeli degli ex abitanti di queste terre: le chiese in legno di Lemko. Superiamo la prima a Leluchów (5), poi a Dubno (6), subito dopo il tornante a destra. L'asfalto finisce dopo Dubno. Rimaniamo sulla pista ciclabile rossa, andiamo su per una ripida salita fino a una piccola deviazione, quindi scendiamo a Wojkowa, dove c'è un'altra chiesa (7), poco più in alto sulla sinistra. Dopo Wojkowa raggiungiamo la strada principale, giriamo a sinistra e dopo meno di 3 km, costeggiando il torrente Muszynka, raggiungiamo la chiesa di Powroźnik (8), iscritta nella lista dell'UNESCO. Lungo le vie laterali di Powroźnik, pedalando sulla la pista ciclabile blu, raggiungiamo la strada provinciale, giriamo a sinistra e, dopo 1.200 m, attraversiamo l'altro versante di Muszynka. Svoltando a sinistra, lungo il fiume, possiamo prendere una scorciatoia per tornare a Muszyna. Scegliendo di proseguire dritti, arriveremo a Jastrzębik, dove potremo visitare un'altra chiesa in legno (9). Al bivio svoltiamo a sinistra verso il villaggio di Złockie. Per vedere l'ultima chiesa in legno di questo percorso (10), dobbiamo lasciare la strada principale. Gli ultimi chilometri fino a Muszyna sono una piacevole discesa. Raggiungiamo la strada provinciale, svoltiamo a sinistra e, seguendo la pista ciclabile rossa, entriamo nel centro cittadino.

ATTRAZIONI LUNGO IL PERCORSO:

  • Il centro termale (Uzdrowisko) di Muszyna (1) - istituito nel 1930 e riattivato nel 1958. I fattori più favorevoli che contribuiscono al trattamento sanatorio di questa località sono un clima di montagna sano, aria pulita, paesaggio pittoresco e, soprattutto, abbondanti sorgenti di vari tipi di acqua minerale, ricca di oligoelementi litio e selenio.
  • Un complesso di case di legno a un piano in via Kościelna a Muszyna (2) - del XIX e XX secolo, con i frontoni rivolti verso la strada e interessanti cancelli d'ingresso semicircolari.
  • La chiesa a Muszyna (3) - costruita negli anni 1676-79. L'interno del tempio è principalmente in stile barocco. Vale la pena prestare attenzione alle sculture gotiche di tre santi della seconda metà del XV secolo.
  • Le rovine del castello vescovile del 1300 a Muszyna (4) - l'ex sede di vasti possedimenti appartenenti al vescovado di Cracovia, nota come la chiave di Muszyna. Abbandonato nel XVII secolo, cadde in rovina. Questo processo fu ulteriormente accelerato dall'invasione di Muszyna da parte delle truppe del principe della Transilvania Rakoczy nel 1657.
  • La chiesa in legno a Leluchów (5) - probabilmente del 1861 in stile Lemko occidentale. All'interno si trova un'iconostasi rococò-classica del XIX secolo.
  • La chiesa in legno a Dubno (6) - eretta nel 1863 in stile Lemko occidentale. L'interno è del XIX secolo e più recente.

    Cerkiew w Dubnem
  • La chiesa in legno a Wojkowa (7) - costruita nel 1790. L'interno presenta una bella iconostasi barocca, quasi completa, mancano solo le porte dello zarista e del diacono.

    Cerkiew w Wojkowej
  • La chiesa ortodossa in legno a Powroźnik (8) - costruita nel 1600 in stile Lemko occidentale. È la più antica chiesa in legno dei Carpazi polacchi. Nel presbiterio si conserva una pregevole policromia del 1607 e un'iconostasi incompleta del 1744. Il sito è iscritto nella Lista dell'UNESCO.

    Cerkiew w Powroźniku
  • La chiesa ortodossa in legno a Jastrzębik (9) - fondata all'inizio del XX secolo, presenta un atipico matroneo allungato, a cui è stata aggiunta una torre. All'interno, merita attenzione l'iconostasi del XVIII secolo.
  • La chiesa in legno a Złockie (10) - costruita negli anni 1867–72 su pianta a croce. Ha un'architettura unica: accanto al matroneo c'è un'alta torre a struttura colonnare, e la navata è coronata da una grande cupola.

Mappa del percorso:

mapa
 

Legenda do map

Scarica e tracciati GPX