Percorso 41: Impressioni di Spiš

Bukowina Tatrzańska, Czarna Góra (2,5 km) Trybsz (6.5 km) Nowa Biała (11.5 km) Krempachy (13 km) Dursztyn (16,5 km) Łapsze Wyżne (21,5 km) Passo Łapszanka (28 km) Bukowina Tatrzańska (34 km)

34 km, 5 h, difficoltà - difficile

Profilo altimetrico del percorso:
41

DESCRIZIONE:

Il percorso proposto presenta numerose salite e discese, nonché splendidi panorami sulle vicine vette dei Monti Tatra. Partiamo dal parcheggio alla rotonda nella parte settentrionale di Bukowina Tatrzańska. Attraversiamo il ponte su Białka, dopodiché giriamo a sinistra verso Czarna Góra. Percorrendo a tratti in salita molto ripida, raggiungiamo la degna di nota fattoria dei Korkosz (1). Raggiunta Trybsz, all'incrocio principale, si svolta a destra di una chiesa in legno del XVI secolo (2). Torniamo sulla strada principale e ci dirigiamo verso nord-ovest. Attraversiamo il ponte su Białka e giriamo a destra all'incrocio più vicino. Dopo 1100 m raggiungiamo il parcheggio e la collina visibile sulla destra, situata nella riserva Przełom Białki (3). Indubbiamente, questo luogo incantevole merita una visita. Torniamo sulla strada principale e guidiamo verso Nowa Biała, dove svoltiamo a destra all'incrocio dietro la chiesa storica (4). Attraversiamo Białka ed entriamo nel villaggio di Krempachy, dove si trovano ben due chiese storiche (5). Da sotto la chiesa di San Martino, torniamo all'incrocio principale e prima del torrente svoltiamo a sinistra in una stretta strada asfaltata verso Dursztyn. Alla chiesa di Dursztyn svoltiamo a destra e saliamo la stradina asfaltata (sentiero rosso). Il sentiero ci porta in cima al Monte Grandeus. Giriamo a destra del rifugio. La strada sterrata principale ci porta al passo Trybska vicino alla capanna del pastore (bacówka). Svoltiamo a sinistra e dopo una breve uscita siamo a Łapsze Wyżne. Svoltiamo a destra presso la chiesa (6). Iniziamo una lunga salita lungo la valle attraverso Łapszanka fino al Passo oltre Łapszanka. Svoltiamo a destra alla cappella sul passo. Sul lato sinistro ci sono panorami meravigliose sui Monti Tatra. Scendiamo nella valle del torrente Jurgowczyk. Giriamo a destra e arriviamo alla statale n. 49, dove svoltiamo a destra. Concludiamo il viaggio nel parcheggio dietro il ponte che attraversa Białka.

ATTRAZIONI LUNGO IL PERCORSO:

  • La fattoria dei Korkosz (Zagroda Korkoszów) a Czarna Góra (1) – tipica ricca fattoria Spisz. C'è una mostra etnografica dedicata alla cultura Spiš.
  • La chiesa lignea di Trybsz (2) - probabilmente del 1567. Il suo interno ha una pregevole policromia realizzata nel 1647, che mostra scene religiose nello stile della Bibbia per i poveri. Tra i dipinti, degna di nota è la presentazione del Giudizio Universale sullo sfondo dei Monti Tatra e l'Assunzione della Beata Vergine Maria nei dintorni dello Spiš Pieniny.
  • La riserva della Gola di Białka (Rezerwat Przełom Białki) (3) - istituita nel 1959, copre una breve gola del fiume Białka all'estremità occidentale dello Spiš Pieniny. Sono tutelati principalmente la vegetazione rupestre relitta e i valori paesaggistici di questo luogo.
  • La chiesa a Nowa Biała (4) - costruita nel 1748 in stile barocco. Arredi interni rococò. Un interessante pulpito con un dipinto di un seminatore vestito di Spisz.
  • La chiesa di Krempachy (5) - eretta nella seconda metà del XVI secolo, ha una torre con un accaparramento nella parte superiore, un vano non molto grande con balcone. Il coronamento della soffitta ha una finitura decorativa a coda di rondine. Inoltre, a Krempachy c'è una piccola chiesa cimiteriale barocca del XVIII secolo chiamata di San Valentino.
  • La chiesa a Łapsze Wyżne (6) – della metà del XVIII secolo. L'interno è riccamente decorato in stile barocco Spiš.

Mappa del percorso:

mapa

 

Legenda do map


Scarica e tracciati GPX