Percorso 32: Non sarà difficile (in polacco: ciężko) a Ciężkowice

Ciężkowice, Kąśna Dolna (2 km) Jastrzębia (12 km) Kąśna Górna (14 km) Zborowice (20 km) Staszkówka (27 km) Ciężkowice (33 km)

33 km, 3,5 h, difficoltà - media

Profilo altimetrico del percorso:

32

DESCRIZIONE:

Durante questa gita, il Parco paesaggistico di Ciężkowice-Rożnów (Ciężkowicko-Rożnowski Park Krajobrazowy) ci regalerà il suo fascino tra natura e monumenti. Andremo principalmente su strade asfaltate, e non ci saranno molte salite, quindi il viaggio non è difficile. Iniziamo dal Rynek di Ciężkowice, ammirando gli edifici storici (1) e il Museo di Storia Naturale (2). In via św. Andrzeja, accanto alla chiesa (3), prendiamo la strada 977. Svoltiamo a sinistra e poi a destra sul ponte su Biała. Attraversiamo i binari e ci dirigiamo a sinistra verso Kąśna Dolna. Dietro la curva della strada, giriamo a sinistra per visitare il maniero I.J. Paderewski (4). Torniamo sulla strada principale e svoltiamo a destra dopo 700 m. Per accorciare il percorso, andiamo dritti. Saliamo ripidamente, al capanno in legno giriamo a sinistra ed entriamo nel bosco. Già sul crinale svoltiamo a sinistra per la pista ciclabile verde e quella pedonale rossa. Andiamo al bivio, dove svoltiamo a sinistra, e poi seguiamo il sentiero verde dritto. A Budzyń giriamo a sinistra sulla strada di cresta e dopo 900 m giriamo a sinistra. Scendiamo a Jastrzębia e giriamo a sinistra. Passiamo davanti a una chiesa in legno e dietro la camera regionale (per la descrizione vedi il percorso 31). A Kąśna Górna giriamo a destra nell'asfalto laterale e saliamo una piccola cresta. Percorriamo a destra l'asfalto incontrato, poi a sinistra al bivio. Mezzo chilometro più avanti, svoltare nuovamente a sinistra. Incontriamo il sentiero verde che porta a sinistra all'interessante roccia "Il campo del diavolo" (Diable Boisko) (5). Scendiamo a Zborowice. Svoltiamo a sinistra, poi a destra sulla statale 977. Dietro la chiesa di Zborowice (6), giriamo a sinistra e percorriamo la valle per quasi 4 km. Nella frazione Zalesie svoltiamo bruscamente a sinistra in salita, e ancora a sinistra al bivio. Dopo il cimitero militare n. 118, giriamo a sinistra verso Staszkówka. Alla chiesa, giriamo di nuovo a sinistra verso Ciężkowice. Procediamo dritti per 5,5 km e nei pressi del Monte Skała (Góra Skała) possiamo girare per La riserva della Città Pietrificata (Rez. Skamienniane Miasto) (7). Da via Tysiąclecia, entriamo nel Rynek di Ciężkowice.

ATTRAZIONI LUNGO IL PERCORSO:

  • Gli edifici storici a Ciężkowice (1) - caratterizzati da case in legno e mattoni del XVIII-XIX secolo, locate intorno al Rynek e lungo le strade da essa divergenti. Questi edifici sono caratterizzati da arcate sporgenti davanti alle pareti frontali, sostenute da colonne lignee decorate.
  • Il museo di Storia Naturale (Muzeum Przyrodnicze) di Ciężkowice (2) - una vasta collezione privata di insetti, uccelli e altri animali delle foreste della regione dei Subcarpazi. Si possono inoltre ammirare trofei di caccia e un'originale grotta di pipistrelli.
  • La chiesa a Ciężkowice (3) - costruita in stile neogotico nel 1903 su progetto dell'architetto ingegnere Jan Sas-Zubrzycki.
  • Il maniero di I. Paderewski a Kąśna Dolna (4) - una casa padronale classicista circondata da un grande parco all'inglese, costruita all'inizio del XIX secolo. Negli anni 1897-1903 appartenne al compositore di fama mondiale Ignacy Paderewski. Attualmente il palazzo ospita un piccolo museo dedicato al grande pianista e vi vengono organizzati concerti di musica classica.
  • La roccia “Il Campo del Diavolo” (Skała „Diable Boisko”) (5) - una roccia a forma di cancello in arenaria, riconosciuta come monumento naturale.
  • La chiesa di Zborowice (6) - tardo gotica, costruita negli anni 1530-41. Ristrutturato più volte, anche all'inizio del XIX secolo, quando fu aggiunto il piano superiore della torre.
  • La Riserva Naturale della "Città Pietrificata" (7) - istituita nel 1931 a protezione di un suggestivo gruppo di rocce arenarie e conglomerate. Molti di loro assomigliano a figure umane e animali, che sono state immortalate nei nomi di rocce, come: Strega (Czarownica), Municipio (Ratusz), Grunwald, Tasso (Borsuk), Fungo (Grzybek), Gitana (Cyganka), Torre (Baszta). C'è una cascata alta 10 m vicino alla riserva, una delle più grandi dei Carpazi polacchi.

Mappa del percorso:

mapa

Legenda do map

Scarica e tracciati GPX