Percorso 28: Nella terra di molte culture

Tarnów, Zawada (5 km) Słona Góra (12,5 km) Pleśna (17,5 km) Szczepanowice (22,5 km) Błonie (24,5 km) Zgłobice (27 km) Tarnów (33,6 km) 

33,6 km, 4h, difficoltà - media

Profilo altimetrico del percorso:
28

 

DESCRIZIONE:

La gita che inizia a Tarnów (1) (2) (3) (4) (6) è un percorso attraente sia per il terreno vario che il gran numero di attrazioni turistiche. Dalla stazione ferroviaria, percorriamo via Narutowicza, oltrepassiamo una chiesa in legno (5), e dietro le recinzioni un'altra chiesa in legno della Santissima Trinità (kościół pw. św. Trójcy). Torniamo in via Ziaji, poi un po' più avanti dopo i percorsi turistici, svoltiamo a destra sul viale Tarnowski. Superiamo la circonvallazione di Tarnów e accanto alla spiaggia balneabile andiamo sul Monte San Martino (Góra św. Marcina). Sul lato destro si trovano le rovine del castello dei Tarnowski (Zamek Tarnowskich) (7), andando un po' più a sinistra, una chiesa in legno del XV secolo (8). Continuiamo il nostro giro lungo la cresta panoramica lungo gli edifici Zawada; seguiamo il sentiero turistico giallo a destra lungo la curva. Al successivo bivio si abbandona il sentiero e si svolta nuovamente a destra. Con un crinale piatto e aperto raggiungiamo la statale 977 e svoltiamo a sinistra. Su una curva a gomito, accanto al parcheggio forestale, giriamo a destra e seguiamo il sentiero giallo lungo la strada di cresta verso Monte Salato (Słona Góra), per visitare tre cimiteri della Prima guerra mondiale (9). Seguiamo il sentiero giallo (ripido verso la fine) fino a Pleśna. Attraversiamo i binari, al bivio giriamo a destra e dopo poco, davanti al cimitero, giriamo a sinistra. Accanto alla chiesa neogotica, saliamo faticosamente a Żabno. Già sul crinale svoltiamo a destra e scendiamo per serpentine fino alla frazione Tracze, dove al bivio svoltiamo a sinistra, e poi a destra al bivio. Andiamo dritti attraverso Błonie fino a Zgłobice, dove giriamo a destra al complesso padronale e parco con l'hotel (10). Poco più avanti incontriamo il sentiero verde, che ci porta alla circonvallazione di Tarnów. Prendiamo la bici fino al ponte e dall'altra parte della tangenziale lungo la pista ciclabile lungo via Krakowska per andare in centro.

ATTRAZIONI LUNGO IL PERCORSO:

  • I Caseggiati nel Rynek 20-21 a Tarnów (1) - erette negli anni '60 del XVI secolo. Sono tra gli edifici rinascimentali di questo tipo meglio conservati in Polonia. Attualmente, sede del Museo distrettuale (Muzeum Okręgowego) a Tarnów. Info: www.muzeum.tarnow.pl.
  • Municipio (Ratusz) di Tarnów (2) - costruito a metà del XIV secolo, l'attuale aspetto rinascimentale è dovuto alla ricostruzione della fine del XVI secolo. Ospita una sede del Museo distrettuale di Tarnów, dove è presentata una mostra permanente “W kontuszu i przy szabli” (Con una fascia da kontusz e una sciabola), e Vecchia Pinacoteca con le collezioni dei principi Sanguszko.

    Ratusz w Tarnowie
  • La Cattedrale (Katedra) di Tarnów (3) - Il monumento più rappresentativo della città, eretto nel XIV secolo, deve il suo attuale aspetto neogotico alla ricostruzione intrapresa negli anni 1899-1900. È famoso per le sue lapidi rinascimentali, considerate tra le più preziose d'Europa. Questi includono, in particolare, il monumento a due piani all’Etmano Jan Tarnowski e suo figlio della seconda metà del XIX secolo. Il XVI secolo e la lapide di Barbara nata Tęczyńska del 1521.
  • Bima a Tarnów (4) - il podio da cui è stata letta la Torah. Si tratta dei resti di una sinagoga costruita nel 1661 e distrutta dai nazisti nel 1939.
  • La chiesa in legno di Nostra Signora dello Scapolare (kościół pw. Matki Bożej Szkaplerznej) a Tarnów (5) - consacrata nel 1440. L'altare maggiore presenta un dipinto del patrono della chiesa.
  • Il Palazzo dei Sanguszko a Tarnów-Gumniska (6) - del 1799. Numerose ricostruzioni hanno portato alla creazione di una magnifica, ma non molto imponente, residenza dei magnati.
  • I ruderi del castello sul monte San Martino (7) - del XIV/XVI secolo. In origine era un edificio in pietra e mattoni con un'enorme torre, un muro perimetrale e una porta. A seguito delle trasformazioni effettuate nel XVI secolo, fu circondato da fortificazioni bastionate. Abbandonato dalla fine del XVII secolo.

    Ruiny zamku w Tarnowie
  • La chiesa in legno a Zawada (8) - costruita nel XV secolo in stile gotico. Meritano attenzione i portali gotici aguzzi e i resti di rifiniture di fabbro. Rilievi tardo gotici e sculture barocche al suo interno.
  • I cimiteri di guerra della Prima guerra mondiale (Cmentarze wojenne z I wojny Światowej) (9) - vedere la descrizione del percorso n. 22 a pagina 47.
  • Il complesso padronale (Zespół dworski) a Zglobice (10) - dalla seconda metà del XIX secolo, immerso in un parco con viale di accesso. Dopo una ristrutturazione generale nel 2014, vi è stato aperto un ristorante e un hotel, "Dwór Prezydencki".

Mappa del percorso:

mapa

Legenda do map

Scarica e tracciati GPX