Percorso 21: Mele e...raccolta dei funghi della Małopolska

Dobczyce, Raciechowice (8 km) Szczyrzyc (18 km) Jodłownik (22 km) Gruszów (34 km) Stadniki (43 km) Skrzynka (46 km) Dobczyce (50 km)

50 km, 5,5 h, difficoltà - difficile

Profilo altimetrico del percorso:

21

DESCRIZIONE:

A seconda della stagione, i frutteti in fiore nelle vicinanze di Raciechowice o le mele saranno un simbolo di questa gita. Ah, e lungo il percorso potrete trovare i Funghi in pietra (Kamienny Grzyb). È un percorso abbastanza lungo e difficile, ma molto interessante. Lo iniziamo davanti alla chiesa di Dobczyce (1). Prima di lasciare la città, vale la pena visitare il castello e il museo all'aperto (2). Andiamo a sud-est, dopo il sentiero turistico giallo, e svoltiamo a destra in via Górska. Quindi percorriamo la cresta panoramica. Dopo 3 km, svoltiamo a sinistra in una strada in forte pendenza. Dopo meno di 500 m, al bivio, giriamo a destra e scendiamo nella valle di Krzyworzeczka (dolina Krzyworzeczki). Qui, sulla statale 964, giriamo a sinistra e, dopo poco, a destra per Raciechowice, famosa per i suoi bei meleti (3). Superiamo la chiesa storica e il maniero (4) (5). All'incrocio a Dąbie, giriamo a destra per Szczyrzyc (oppure a sinistra se optiamo per una scorciatoia), dove, dopo aver superato gli edifici del monastero (6), giriamo a sinistra all'incrocio. La pista ciclabile rossa ci porta a Jodłownik, dove giriamo a sinistra alla chiesa (7). Successivamente, percorreremo la pista ciclabile nera fino a Słupia. In cima al villaggio, prendiamo la strada principale a sinistra, poi a destra e scendiamo a Żerosławice. Dopo una breve salita, scendiamo al villaggio di Kawec. Qui andiamo a destra, e dopo poche decine di metri (presso il negozio) - a sinistra. Dopo il ponte sul fiume Stradomka, giriamo a sinistra verso Gruszów. Nel paese si può visitare una chiesa storica del XVI secolo (8), dopo la quale svoltiamo a sinistra, in fondo alla strada ancora a sinistra e, dopo 700 m, raggiungiamo un sasso a forma di grande fungo (9). Torniamo indietro e, mantenendoci sulla strada principale, andiamo a Stadniki, dove giriamo a sinistra, imboccando la strada che riflette un angolo di quasi 180 gradi. Poche centinaia di metri più avanti, giriamo a destra verso Skrzynka. Superiamo il paese in leggera salita e scendiamo sulla strada 964 (passando in curva la Croce Millenaria - Krzyż Milenijny). Svoltiamo a destra, poche centinaia di metri più avanti usciamo dalla tangenziale proseguendo dritti lungo via Kilińskiego al centro di Dobczyce, dove termina la nostra gita.

ATTRAZIONI LUNGO IL PERCORSO:

  • La chiesa a Dobczyce (1) - costruita dopo la Seconda guerra mondiale in stile neogotico. C'è uno storico fonte battesimale in pietra del XIII secolo e sull'altare maggiore una pietà del XV secolo della bottega di Wit Stwosz.
  • Il castello e il museo all'aperto a Dobczyce (2) – a cavallo tra il XIII e il XIV secolo, ampliata nei secoli XVI/XVII, alla fine del XVIII secolo cadde in rovina. Grazie agli sforzi della filiale locale del PTTK, il castello fu ricostruito e vi fu allestito un Museo Regionale. La sua parte è un museo a cielo aperto con esempi di architettura in legno della zona: una locanda (1830), una bottega del fabbro (1863), un pollaio a due piani (1890), una rimessa per le carrozze (XIX secolo), una casa di culto funerario (XIX secolo) e oggetti più piccoli, tra cui una croce lungo la strada del 1604. Informazioni: www.zamek.dobczyce.pl.
  • Il frutteto di Raciechowice (Sadownictwo raciechowickie) (3) - con una lunga tradizione, intensamente sviluppata dal 1950. Bellissimi frutteti, principalmente meli, rendono il paesaggio locale molto attraente.
  • La chiesa lignea di Raciechowice (4) - edificata nel 1720 (il presbiterio è considerato ancora più antico). Degni di nota sono gli arredi interni in stile rococò, gli epitaffi e una tavola d'altare della prima chiesa esterna.
  • Un maniero in legno a Raciechowice (5) - uno degli edifici più belli di questo tipo in Małopolska, costruito nel 1780. Sopra l'ingresso ci sono gli stemmi Nowina e Leliwa.
  • Il Monastero dei Cistercensi a Szczyrzyc (6) - fondato nel 1234. Nella cappella laterale, l'Immagine Miracolosa della Madonna di Szczyrzyc, detta la Buona (Dobrotliwa). L'ex granaio ospita il museo del monastero.
  • La chiesa in legno a Jodłownik (7) - dalla seconda metà del XVI secolo, a navata unica, costruzione con tronchi ad incastro. Presenta arredi principalmente del XVII e XVIII secolo, policroma della seconda metà del XVIII secolo.
  • Chiesa in legno a Gruszów (8) - costruita nella prima metà del sec XVI secolo, costruzione con tronchi a incatro, in legno, con tetto parzialmente ricoperto di scandole. Arredi interni principalmente del XVI-XVIII secolo.
  • Il Fungo in pietra (Kamień Grzyb) a Zegartowice (9) - un monumento naturale, una delle rocce più spettacolari della regione di Pogórze, la cui formazione è dovuta al processo di erosione del vento.

Mappa del percorso:

mapa

Legenda do map

Scarica i tracciati GPX