Percorso 2: Altopiano di Miechów

Skała, Nowa Wieś (2 km) Minoga (3,5 km) Wysocice (11,5 km) Ściborzyce (13,5 km) Imbramowice (16 km) Glanów (20 km) Imbramowice (27 km) Tarnawa (30 km) Skała (36,7 km)

36,7 km, 4,5 h, difficoltà - media

Profilo altimetrico del percorso:

Profil wysokościowy

DESCRIZIONE:

Il percorso di questa gita è ricco di edifici storici sacri, palazzi e corti. La pittoresca valle di Dłubnia (dolina Dłubni) e l'ombroso burrone di Ostryszni (Wąwóz Ostryszni) ci regaleranno un attimo di stacco dalla civiltà. Le numerose rocce lungo il percorso non ci permetteranno di dimenticare che ci stiamo muovendo attraverso l’altopiano di Cracovia-Częstochowa (Jura Krakowsko-Częstochowska). Dal Rynek di Skała, lasciamo via Słomnicka per Nowa Wieś. Al cartello per Lampreda, svoltiamo a sinistra. Scendiamo alla chiesa (1) al centro del paese e svoltiamo a sinistra al Palazzo dei Wężyk (pałac Wężyków) (2). Da Lampreda, prendiamo la strada principale a destra in salita. Quindi, lungo la collina, attraverso Barbarka, scendiamo attraverso una strada sterrata forestale fino a Gołszyna. Non andiamo, però, fino al centro del paese, ma seguiamo la strada asfaltata laterale fino a Wysocice. Sotto la chiesa di Wysocice (3) svoltiamo a sinistra, seguendo la pista ciclabile blu. Nel centro di Ściborzyce possiamo visitare il Palazzo dei Popiel (pałac Popielów) (4) e, poco più avanti, il monastero di Imbramowice (5). Due sono le varianti tra cui scegliere: la prima, più facile, su strada, oppure la seconda, molto più difficile, lungo il burrone Ostryszni (Wąwoz Ostryszni) (6) dietro il sentiero nero. Possiamo anche abbreviare il percorso svoltando a sinistra. Vicino al complesso padronale di Glanów (7) c'è un sentiero blu lungo il quale attraverseremo la pittoresca valle di Dłubnia (Dolina Dłubni) (8). Attraversiamo il torrente, raggiungiamo una strada asfaltata e ci dirigiamo a destra con una chiesa visibile a sinistra. Attraversiamo il ponte, incrocio e saliamo verso sud. Nei pressi della casa forestale (leśniczówka) incontreremo nuovamente il sentiero blu.

A Tarnawa, oltrepassiamo una chiesa e un maniero del XVIII secolo e dopo circa 1.200 m entriamo nella foresta di Dębowiec. Mantenendoci sul sentiero blu svoltiamo a destra sulla strada asfaltata. Ai margini della foresta, giriamo a sinistra e seguiamo il sentiero sterrato fino alla strada provinciale, che riporta a Skała. Concludiamo la gita nel Rynek, accanto al quale (leggermente a ovest) possiamo anche visitare la chiesa e lo storico campanile in legno (9).

ATTRAZIONI LUNGO IL PERCORSO:

  • La chiesa a Minoga (1) - costruita nel 1736 in stile barocco. Si distingue per un'originale facciata concava, prolungata da due torri.
  • Il Palazzo dei Wężyk a Minoga (2) - costruito nel 1859 in stile neorinascimentale da Teofil, figlio di Franciszek Wężyk, famoso scrittore e attivista politico.

    Pałac Wężyków w Minodze
  • La chiesa e il santuario di Nostra Signora di Wysocicka (3) - un prezioso monumento dell'architettura romanica. Costruita a cavallo tra il XII e il XIII secolo, è sopravvissuta praticamente senza grandi modifiche fino ad oggi. Degni di nota sono la statua della Madonna in trono col Bambino in cima al presbiterio, le aperture ad arcate della torre e il portale con timpano che decora l'ingresso dal portico alla chiesa. Nell'altare maggiore si trova un dipinto della Madre di Dio della metà del XVII secolo, una replica del dipinto della Madonna di Jasna Góra.

    Kościół i sanktuarium Matki Bożej Wysocickiej
  • Palazzo a Ściborzyce (4) - l'ex palazzo dei Popiel della fine del XIX secolo. Più in basso, sul fiume Dłubnia, si trova la sorgente “Jordan” (Giordano) (monumento naturale), che forma un piccolo stagno pieno di acqua verdastra e gorgogliante.
  • Il Monastero delle Norbertinie (Klasztor Norbertanek) a Imbramowice (5) - l'attuale complesso barocco del monastero e della chiesa dei Norbertini fu costruito nel 1711-21. All'interno, l'attenzione è attirata da interessanti dipinti illusionisti barocchi sulle pareti della navata.
  • Gola di Ostryszni (6) - estremamente pittoresca con numerose forme rocciose, vegetazione xerotermica e ripariale.
  • Il maniero a Glanów (7) - un complesso padronale che comprende: un maniero classicista del 1786, fabbricati agricoli del XIX secolo, una rimessa per le carrozze, due fienili, un granaio e un edificio residenziale e agricolo. La struttura non è aperta ai turisti.

  • La Valle di Dłubnia (8) - un gruppo di magnifiche rocce situate sulla riva sinistra della Dłubnia tra Glanów e Imbramowice.

  • Il campanile in legno di Skala (9) - una struttura presente lungo il Percorso dell'Architettura Lignea (Szlak Architektury Drewnianej), fu eretto accanto alla chiesa di San Nicola (św. Mikołaja) nel 1765.

Mappa del percorso:
mapa trasy

Legenda do map

Scarica i tracciati GPX