Percorso 11: Nella Valle di Soła

Oświęcim, Poręba Wielka (9,5 km) Polanka Wielka (14 km) Grojec (25 km) Osiek Dolny (28 km) Rajsko (42 km) Oświęcim (45,6 km)

45,6 km, 4,5 h, difficoltà - facile

Profilo altimetrico del percorso:

11

DESCRIZIONE:

Un percorso facile, ideale per una gita in famiglia. Dalla stazione ferroviaria di Oświęcim, iniziamo lungo via Dworcowa, dopo 1 km incontriamo la pista ciclabile verde e giriamo a sinistra in via Polna. Attraversiamo la strada n.44 vicino allo stadio, attraversiamo la passerella sul fiume Soła e andiamo in centro. Giriamo intorno al castello (1), superiamo il Rynek, la chiesa (2) e andiamo a est sulla strada principale (via Dąbrowskiego). Prima del benzinaio, dopo il sentiero rosso, svoltiamo a destra in un vicolo del parco. Superiamo la pista di pattinaggio fino alla rotonda e proseguiamo dritti sulla strada 44. Avvicinandoci agli stagni, prima della curva, giriamo a sinistra per Poręba Wielka. Lì, a destra, c'è una chiesa in legno (3), e poco più a sinistra - il Palazzo dei Bobrowski. Seguiamo la pista ciclabile gialla fino a Polanka Wielka, dove possiamo visitare un'altra chiesa in legno (4) e un palazzo (5). Quindi percorriamo 1,5 km lungo la strada 949, per girare a sinistra dopo la pista ciclabile nera dietro l'ufficio comunale, in via Pasternik. Arriviamo fino alla frazione Granica Osiecka. Qui, al tornante della strada a sinistra, si lascia la pista percorrendo una sterrata dritta nel bosco. Svoltiamo a destra accanto agli edifici, proseguiamo dritto fino alla strada 949. Di nuovo, seguiamo il sentiero nero fino a Łazy, qui svoltiamo a sinistra per Grójec. A Grójec superiamo in successione: una chiesa di legno (6), il palazzo dei Radziwiłł e un museo privato all'aperto dell'apicoltura dietro il villaggio. Dopo 2 km, visitiamo il Palazzo dei Rudziński a Osiek Dolny (7). Incrociamo la statale 949 e proseguiamo dritti costeggiando gli stagni. All'incrocio giriamo a destra, incrociamo la strada 948 e superiamo Bielany. Dopo il ponte sul fiume Soła, seguiamo la pista ciclabile rossa a destra e proseguiamo lungo la strada sterrata lungo il fiume fino a Zasole. Torniamo a Oświęcim lungo la strada asfaltata passando per Skidzyn, Wilczkowice e vicino al palazzo a Rajsko (8). Alla rotonda giriamo a sinistra, poi dopo 800 m, dopo il sentiero verde, giriamo a destra e dopo poco ci troviamo vicino all'ingresso dell'ex campo di Auschwitz-Birkenau (9). Svoltiamo a sinistra dietro la recinzione e con via Leszczyńska, torniamo alla stazione ferroviaria.

ATTRAZIONI LUNGO IL PERCORSO:

  • Il castello di Piast (Zamek Piastowski) a Oświęcim (1) - eretto a cavallo tra il XII e il XIV secolo, antica sede dei duchi di Oświęcim. La parte più antica del castello è una torre in muratura della seconda metà del XIII secolo
  • La Chiesa del monastero dei Dominicani (Kościół klasztorny oo. Dominikanów) a Oświęcim (2) - istituito nella prima metà del XIV secolo, poi ricostruito più volte.
  • La chiesa in legno a Poręba Wielka (3) - del XVI secolo, tardo gotico, costruzione con tronchi ad incastro. Portali tardo gotici e policromi conservati del periodo della Giovane Polonia (Młoda Polska).
  • La chiesa in legno in Polanka Wielka (4) - della seconda metà del XVI secolo. La torre risale al 1644.

    Kościół w Polance Wielkiej
  • Il palazzo in Polanka Wielka (5) - proviene dalla prima metà del XVII secolo ed è il più ben tenuto nella zona di Oświęcim.
  • La chiesa in legno a Grójec (6) - eretta nel 1767, ricostruita più volte. Arredamento del XVII e XVIII secolo.
  • Il Palazzo dei Rudziński a Osiek (7) - costruito nel XVIII secolo in stile classico. In seguito alla ricostruzione del 1840, assunse l'attuale aspetto orientale.

    Pałac Rudzińskich w Osieku
  • Il palazzo a Rajsko (8) – della metà del XVIII secolo, ricostruito in stile neogotico nel secolo successivo. Attualmente ospita un centro sanitario non pubblico. L'edificio è visitabile dall'esterno.
  • L’ex campo di concentramento e sterminio nazista tedesco Auschwitz-Birkenau a Oświęcim (9) - il più grande campo di sterminio della Seconda guerra mondiale. Creato dai nazisti tedeschi a metà del 1940 come luogo di sterminio per circa 1,5 milioni di persone provenienti da 28 paesi, di cui quasi 1 milione di ebrei. Nel 1947 qui fu istituito il Museo di Stato (Państwowe Muzeum) e l'area fu riconosciuta come Monumento al Martirio della Nazione Polacca e di Altre Nazioni (Pomnik Męczeństwa Narodu Polskiego i Innych Narodów). Informazioni: www.auschwitz.org .

    Auschwitz-Birkenau

Mappa del percorso:

mapa

Legenda do map

 

Scarica i tracciati GPX